Servizi di Giornalismo Aziendale-Non parole ma emozioni e valori

Quando si parla di contenuti digitali una cosa è ormai chiara a tutti: i soggetti da cui sono creati sono ormai tantissimi e spesso provengono da ambienti completamente diversi da redazioni e newsroom. Se possono farlo blogger, influencer e utenti qualunque, insomma, perché i brand non dovrebbero pensare a gestire direttamente i contenuti che riguardano la propria organizzazione, i propri prodotti o che sono rivolti alla propria community di riferimento? È così che molte aziende hanno già intrapreso la via del brand journalism.

La storia del giornalismo, del resto, è da sempre parallela a quella di articoli sponsorizzati e redazionali che introducono nella visione e nell’organizzazione della testata il punto di vista aziendale. Quello che cambia davvero con il brand journalism è la sistematicità con cui azienda e brand si dedicano a fare informazione. Come hanno sottolineato dal Content Marketing Institute, infatti, quando un’azienda, o almeno il suo reparto media, comincia a fare brand journalism, diventa un editore vero e proprio: ha bisogno di pensare a tempi e canali di distribuzione per i suoi contenuti, a un calendario editoriale e a strategie ad hoc per la ridistribuzione di contenuti vecchi o già pubblicati.

Giornalismo Aziendale Comunicazione e Benessere CONSALP

Quello che è più interessante capire è, allora, l’iter che ha portato di fatto le aziende a diventare delle vere e proprie media company. Il brand journalism, in questo senso, appare come uno dei tanti strumenti a disposizione dell’azienda per fare conversazione con i suoi consumatori.

L’azienda è un’organizzazione che, anche non volendo, racconta una storia, tanto che lo storytelling “automatico”, per così dire, delle organizzazioni o dei brand è un fenomeno che chi lavora in azienda non dovrebbe ignorare. Mentre il marketing, anche dei contenuti, ha come unico scopo comunque quello di vendere, lo scopo del brand journalism è raccontare la vera essenza dell’azienda e farlo con un approccio che, appunto, trasforma l’organizzazione in una media company.

Dal coinvolgimento alla fidelizzazione, passando per la possibilità di formare consumatori meglio informati e più consapevoli, insomma, tanti ed evidenti sono i vantaggi per un’azienda nel fare brand journalism.

Pubblicato in Uncategorized.